Please reload

Post recenti

LE EPIDEMIE A SAN DONATO DAL XVII AL XIX SECOLO

June 15, 2020

1/10
Please reload

Post in evidenza

La Madonna di Loreto e l’indulgenza plenaria.

December 10, 2017

A San Donato è molto sentita la devozione verso la madonna di Loreto, la cui festa ricade il 10 dicembre. Il culto, certamente antico, assume notevole importanza nella nostra comunità a partire dal 1761, anno in cui a San Donato si manifestò la “peste verminosa” (parassitosi intestinale causata dall'ingestione di carni e pesce crudi, di verdura o frutta non adeguatamente lavata), che portò alla morte di numerose persone in quanto veniva curata esclusivamente con la corallina, ossia un infuso di alghe di mare. Per far cessare l’epidemia, i fedeli si rivolsero alla Madonna di Loreto impegnandosi, qualora fossero stati ascoltati, a solennizzare la sua festa, che cade il 10 dicembre, con “digiunare anche la vigilia”. Cessato il morbo, che però era durato tredici mesi, per gratitudine verso la Madonna, l’intera comunità sandonatese rinnovò il voto per il futuro. Un decennio più tardi, su richiesta della Parrocchia, Papa Clemente XIV concesse per tale ricorrenza l’indulgenza plenaria perpetua “sì nel giorno della festa di detta SS Vergine di Loreto, che in tutta la sua Ottava”, la stessa che si ottiene durante il Giubileo e che permette al fedele di liberarsi dalle pene temporali dei peccati commessi.

 

Da quell’avvenimento ogni anno la statua della Madonna viene esposta sull’altare principale della Chiesa “intorno al quale - un tempo - ci racconta l’abate Salvucci - per essere isolato, il popolo vi fa il giro in ginocchioni”.


Per anni i Sandonatesi hanno raggiunto a piedi il Santuario di Loreto, dove prima di ripartire si facevano tatuare sull’avambraccio, con inchiostro azzurrino, l’effige della Madonna, che veniva impressa dagli stessi monaci del Santuario. La tradizione del tatuaggio come atto di devozione è rimasta viva in Loreto almeno fino al 1950.

A testimonianza della loro devozione, ancora oggi, nelle strade del centro storico, possiamo ammirare alcune edicole raffiguranti la Madonna di Loreto.

 

Edicole religiose poste in Via Napoli.
 

 

Le alterne vicende della statua della Madonna di Loreto della chiesa di San Donato Val di Comino.

 

La statua lignea della Madonna di Loreto è molto antica. Si trova su un altare della navata sinistra della Chiesa Madre. Fino agli anni Quaranta del 1900, in base ad una antica usanza, riservata alle classi gentilizie, fu curata dalla famiglia del medico Attilio Tempesta, che oltretutto aveva il compito di far realizzare a proprie spese gli abiti (i manti) e di custodirli, di ritirare e conservare le offerte votive, di provvedere al mantenimento dell’altare e delle tovaglie.

Il giorno della festa, prima dell’inizio delle solenni celebrazioni, alcuni membri della famiglia si recavano in chiesa per la vestizione della statua.


Nel 1940, a causa dei drammatici eventi bellici, lo zio del dott. Tempesta, Nicola, che svolgeva la professione di farmacista, consegnò al parroco don Donato Di Bona tutte le offerte votive, ottenendone in cambio la seguente certificazione:
 

Parrocchia di Santa Maria e San Marcello - San Donato Val di Comino - lì 26/12/1940 - Oggi 26 dicembre millenovecentoquaranta il sig. Nicola Tempesta, figlio di Gaetano, ha consegnato N. ventidue anelli d’oro e quindici pendagli d’oro offerte votive alla Madonna di Loreto che egli teneva in consegna. Firmato: il Parroco don Donato Di Bona”.
 

Nel periodo più tragico della seconda guerra mondiale, quando a San Donato furono chiuse tutte le chiese, le statue più importanti furono trasferite in casa del maestro Giovanni Coletti, figlio del sindaco Carlo, mentre la statua della Madonna di Loreto fu portata in casa Tempesta.
Nel 1943, però, il dottor Attilio, in conseguenza della morte di suo zio Nicola, attento custode della Madonna, e poiché a causa della guerra era lontano da San Donato, affidò definitivamente la statua alla Chiesa.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici su
Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square

© COPYRIGHT 2017-2018 - ALL RIGHTS RESERVED /// ARCHEOVALLE

ARCHEOCLUB D'ITALIA SEDE VAL DI COMINO                    

                                                             SEDE LEGALE: SAN DONATO VAL DI COMINO - VIA DUOMO, 9

INFO@ARCHEOVALLE.COM